“ Tu mi hai guardato e mi hai sorriso: eri la fine del mondo e l’inizio del paradiso.
“ E quando ci vedremo, ti prometto che ti abbraccerò forte, ma davvero forte. Per tutte le volte che avrei voluto farlo, ma non potevo.
“ A volte vedi ripenso a te. Come sto? Come stai? Dove sto? Dove stai? E lo so che lo sai che no, non ti odierò mai.
“ La vita è fatta a scale, c’è chi scende, c’è chi sale, c’è chi inciampa e cade.
“ La notte più bella, sarà la notte in cui, dormirò abbracciandoti. Non aspetto altro dalla vita.

"Tu non sei come lei"

"Eh lo so, grazie"

"Prego"

"….."

"No aspetta non hai capito, tu non sei come lei perché tu, tu sei meglio"

"Di lei?"

"Di tutte"

"Quindi? Io sono meglio di cosa?"

"Sei meglio di tutto il meglio possibile, sei meglio delle stelle la notte di San Lorenzo, sei meglio del colore azzurro del mare, tu sei tu e cazzo se sei bella"

"Piango"

"Non piangere perché sei lontana e non posso asciugarti le lacrime e a stringerti come meriti e come voglio"

"È uno schifo questa distanza"

"Mi manchi da quando ti ho salutato sabato alla stazione"

"Mi manchi anche tu"

"Prendo il primo treno e vengo appena posso"

"E mi stringi?"

"Cazzo se ti stringo, ti frantumo le ossa e le mischio alle mie, poi unisco i cuori e diventiamo un essere forte, insieme"

"Noi due"

"Contro il mondo"

"Sei unico Simo."

"Senti chi parla, tu, tu sei il mio mondo. Mi basta averti fra le braccia per vedere quanto mondo c’è in un metro e mezzo di altezza"

"Sei un gigante ahah"

"E tu una piccola, la mia piccola"

"aaaa, così mi fai morire l’anima"

"E tu che ogni volta che sorridi mi mandi a puttane cuore e stomaco?"

"Va bene hai ragione ahahah"

“ Ora faccio io la stronza.
E’ che, probabilmente io non sarei niente senza di te.
Sarei un granellino di sabbia qualunque disteso in una spiaggia immensa.
Sarei una delle tante stelle che illumina la notte.
Sarei una bicicletta senza ruote.
Sarei una televisione che non funziona.
Sarei un libro bianco.
Sarei una canzone muta.
Sarei una bottiglia vuota, brutta e vecchia.
Sarei un rossetto finito.
Sarei un succo di frutta senza cannuccia.
Sarei il sale nella pizza.
Sarei inutile.
Fragile, più di quanto lo sia già.
Mentre, quando son con te, mi sento una persona migliore.
Mi sento un’ombrello durante la pioggia
Mi sento la Stella Polare nel bel mezzo di una nottata.
Mi sento un paio di braccioli per un bimbo.
Mi sento un libro che piace a tutti.
Mi sento utile.
Utile a qualcosa.
Come che la mia presenza, sia necessaria per qualcuno.